Separazione e Divorzio - Comune di Bagnacavallo

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Guida ai servizi - Servizi demogra... - Separazione e Divorzio  

Separazione e Divorzio

ACCORDO DI SEPARAZIONE O DI DIVORZIO CONSENSUALE E MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI SEPARAZIONE O DI DIVORZIO DAVANTI ALL'UFFICIALE DI STATO CIVILE

 

DESCRIZIONE

L'articolo 12 della legge 162/2014 introduce il nuovo istituto dell'accordo di separazione o di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio e la modifica delle condizioni di separazione o di divorzio davanti all'Ufficiale dello Stato Civile a partire dall'11 dicembre 2014.

I coniugi possono modificare consensualmente le condizioni contenute negli accordi di separazione o di divorzio ma la modifica non potrà essere relativa a patti di trasferimento patrimoniale con effetti reali.

In seguito all'entrata in vigore della legge 6.5.2015, n. 55, dal 26 maggio 2015 i termini di separazione per pervenire al divorzio sono ridotti a sei mesi nel caso di separazione consensuale o a un anno nel caso di separazione giudiziale.

 

MODALITA'

I coniugi devono chiedere congiuntamente all'Ufficiale di Stato Civile di registrare l'atto col quale dichiarano di volersi separare o di voler sciogliere o fare cessare gli effetti civili del loro matrimonio oppure chiedere la modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. E' facoltativa l'assistenza di un avvocato.

Possono rivolgersi indifferentemente:

  • al comune di residenza di uno dei coniugi o di entrambi,
  • al comune di iscrizione (comune di celebrazione del matrimonio)
  •  al comune di trascrizione (matrimonio con rito concordatario o altri riti oppure matrimonio celebrato all'estero trascritto nel comune di iscrizione Aire oppure matrimonio civile per delega).

La procedura davanti all'Ufficiale di Stato Civile non si applica:

  •  in presenza di figli minori,
  •  in presenza di figli maggiorenni incapaci (incapacità di agire: singoli istituti di tutela, curatela e amministrazione di sostegno),
  •  in presenza di figli maggiorenni economicamente non autosufficienti,
  •  in presenza di figli maggiorenni portatori di handicap grave.

L'accordo non può contenere patti di trasferimento patrimoniale produttivi di effetti traslativi di diritti reali, pertanto:

Non rientrano nell'accordo

-liquidazione una tantum (ad es. corresponsione di assegno periodico di divorzio in quanto trattasi di attribuzione patrimoniale mobiliare o immobiliare)

Rientrano nell'accordo

- assegno di mantenimento o assegno divorzile (pagamento di somma di denaro a titolo di assegno periodico in quanto disposizione negoziale fra i coniugi che determina un rapporto obbligatorio che non produce effetti traslativi su un bene)

 

I coniugi, previo appuntamento, compaiono davanti all'ufficiale di stato civile per rendere la loro dichiarazione, e, ricevuta la dichiarazione, l'ufficiale di Stato civile li invita a comparire di fronte a sé non prima di trenta giorni per confermare l'accordo.

 

DOCUMENTI DA PRESENTARE

  •  dichiarazione sostitutiva di certificazione ai fini della richiesta congiunta di separazione o divorzio o modifica delle condizioni di separazione o divorzio (vedi allegato);
  •  Se si tratta di divorzio, i coniugi devono produrre copia di separazione consensuale rilasciata dalla Cancelleria del Tribunale con decreto di omologa o sentenza di separazione giudiziale;
  •  fotocopia dei documenti d'identità,
  •  rilevazione statistica (circolare Istat n. 17 del 26.5.15) (vedi allegato)

 

COSTO

Il costo è di 16 euro a titolo di diritto fisso pagabile presso la Tesoreria Comunale

MODULISTICA

DATI

Rilevazione statistica (19kB - PDF)
 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse