Il "progetto Dürer" del Museo Civico selezionato per il concorso nazionale Art Bonus 2020 - Comune di Bagnacavallo

Vai ai contenuti principali
 
 
Sei in: Home - Città e territorio - News - Il "progetto Dürer" del Museo Civico selezionato per il concorso nazionale Art Bonus 2020  

Il "progetto Dürer" del Museo Civico selezionato per il concorso nazionale Art Bonus 2020

Il progetto espositivo dedicato ad Albrecht Dürer, realizzato dal Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo nel 2019, è stato selezionato per partecipare al concorso Art Bonus 2020. Il concorso premia ogni anno con un riconoscimento simbolico i migliori progetti finanziati attraverso lo strumento dell’Art Bonus, credito di imposta introdotto per favorire le erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano .

 

Fino al 6 gennaio 2021 è possibile votare il progetto Albrecht Dürer, finanziato dalla ditta Mixer S.p.A. di Villa Prati di Bagnacavallo, al seguente link: www.concorsoartbonus.it/edizione2020/progetti/museo-civico-cappuccine

 

La mostra di incisioni Albrecht Dürer. Il privilegio dell’inquietudine (21 settembre 2019-2 febbraio 2020) e l’esposizione del dipinto Madonna del Patrocinio  (14 dicembre 2019-2 febbraio 2020) dello stesso Dürer, vennero visitate da 21.880 visitatori, numeri record per il museo bagnacavallese. Organizzate dal Comune e curate dal direttore del museo Diego Galizzi, affiancato per l’esposizione di incisioni da Patrizia Foglia, le mostre proposero un notevole corpus di opere grafiche del grande artista di Norimberga (oltre 120 incisioni) e riportarono a Bagnacavallo la Madonna del Patrocinio , tavola che Dürer dipinse attorno al 1495. A cinquant’anni dalla sua partenza da Bagnacavallo il dipinto tornò per circa un mese e mezzo nella stessa sede in cui si trovava custodito fino al 1969, ovvero l’ex monastero delle suore Clarisse Cappuccine, oggi appunto museo civico. Il ritorno temporaneo del dipinto fu possibile grazie alla collaborazione della Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo, luogo di conservazione della tavola.

 

«Un risultato di tali proporzioni – aveva commentato al termine dell’evento l’assessore alla Cultura Monica Poletti – è frutto dell’impegno di un’ampia squadra che ha lavorato a lungo con tenacia, professionalità e cura: dal direttore Diego Galizzi con il suo staff, i quali hanno curato la mostra, il catalogo e gli allestimenti, alla Fondazione Magnani Rocca che ha creduto nel progetto, dall’attuale e dalla precedente amministrazione al prezioso contributo della responsabile dell’area Cultura del Comune Raffaella Costa con il suo team.

Fondamentale è stato inoltre il sostegno delle imprese che, anche grazie allo strumento dell’Art Bonus, hanno supportato l’investimento e quello degli sponsor tecnici che hanno curato il trasporto e l’illuminazione evocativa delle aree espositive.»

 

Il concorso “Progetto Art Bonus dell’anno” è promosso da Ales, società responsabile del programma di gestione e promozione dell’Art Bonus per conto del Ministero per i beni e le attività culturali, e Promo PA Fondazione Lubec - Lucca Beni Comuni.

L’iniziativa è nata con l’obiettivo di premiare l’impegno di quanti, beneficiari e mecenati, rendono possibile attraverso l’Art Bonus il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese, oltre che per promuovere una sempre più diffusa conoscenza della Legge c.d. Art Bonus.

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse